Avanti con qualche brivido di troppo

PALENI CASAZZA – PAVIDEA FIORENZUOLA 2-3 ( 24-26 20-25 25-20 25-21 10-15 )

CASAZZA : Carsana (L), Signorelli A. 12, Mendola 4, Mehic 4, Segnezzi, Berera 30, Signorelli C. 4, Piccoli Trapletti 17, Lussana 7, Alessi 1. NE: Suardi. All. Magri Stefano.

FIORENZUOLA : Villa 11, Cattaneo 17, Reverberi 19, Tosi 18, Tonini 1, Coti Zelati (L), Izzo 2, Marini N. 12. NE: Ravanetti, Dolera, Bratoni. All. Marini Roberto.

La Pavidea centra la quarta vittoria consecutiva anche se rimane il rammarico di non aver portato a casa l’intera posta in palio. Avanti 2 set a zero e di 4 lunghezze nel terzo, le biancorosse hanno avuto un blackout nel finale di set che ha rilanciato le padrone di casa, trascinate da un’immensa Berera. La partita è diventata equilibrata e solo al tiebreak le fiorenzuolane hanno saputo imporre il proprio gioco portando a casa una vittoria di una importanza capitale visti lo scivolone dell’Olimpia Genova e la sconfitta di Costa Volpino nel big match contro Alseno.

Primo Set : Rientra nel sestetto iniziale Luana Villa con conseguente spostamento di Tosi a opposto, invariate le altre scelte del coach rispetto alle ultime partite. Parte bene Fiorenzuola prendendo da subito quel minimo vantaggio che conserva per lunghi tratti del set. Quando Fiorenzuola accelera e si porta sul 16-10 sembra fatta ma Berera con uno show da seconda linea riporta Casazza a una sola lunghezza (19-18). Reverberi e Cattaneo ricacciano Casazza a – 3, ma un errore di Natascia Marini e un ace di Chiara Signorelli annullano i set point e si deve andare ai vantaggi. Ci pensa Luana Villa a chiudere il set con due attacchi vincenti consecutivi, togliendo le castagne dal fuoco per le biancorosse. 26-24

Secondo Set : Pavidea che ad inizio frazione sciorina il proprio gioco a piacimento, con Tosi imprendibile per le avversarie e le due centrali che diventano un incubo per le ragazze di casa. Fiorenzuola avanti 9-5. Reazione veemente firmata soprattutto dalla solita Berera e Casazza rimette il naso avanti 14-12. Serena Tosi sale in cattedra e sfonda da seconda linea. Il muro di Cattaneo diventa un fattore e scende la notte per Casazza. 23-18 Fiorenzuola. Natascia Marini si procura il primo set point con un mani e fuori d’esperienza, il set lo chiude il muro-tetto di Cattaneo al tentativo dal centro di Mehic. 25-20

Terzo Set : Casazza è all’angolo e Fiorenzuola parte forte per il KO definitivo. 5-1 Pavidea con coach Magri obbligato a chiedere subito timeout. Al rientro in campo Francesca Berera si carica la squadra sulle spalle e fa male alla squadra di Marini da ogni punto del campo. Alla fine della frazione saranno 10 i suoi punti personali. Set in equilibrio 16 pari, con Izzo, fino a qui quasi perfetta, che accusa un po’ di stanchezza e perde in precisione. Riprova la fuga Casazza, ma due muri di Cattaneo riportano ancora la partita sui binari della parità. 19-19. Finale di set horribilis per Fiorenzuola che paga un po’ di stanchezza e concede punti facili alle bergamasche. In un amen ci si ritrova sotto 24-20 e Tosi dalla seconda linea spara fuori nettamente un attacco che sancisce la vittoria del terzo set per Casazza. 25-20

Quarto Set : Ora Casazza crede nell’impresa e prova a portare il match al tiebreak. Vola 6-2 la squadra di Magri, ma Reverberi (anche oggi mvp) non ci sta e a suon di veloci al centro riporta Fiorenzuola in parità. 9 pari. Mette il naso avanti la Pavidea 14-13 grazie a un ace di Tosi, ma Chiara Signorelli e Trapletti vanno a segno per un nuovo allungo Casazza. 18-15. Ancora Sara Reverberi a trascinare le compagne e nuova parità a 18. Blackout Fiorenzuola in questo finale di set, troppi errori delle biancorosse in questo frangente e Laura Lussana chiude la frazione con un pallonetto che lascia immobile la difesa fiorenzuolana. 25-21

Quinto Set : Tonini al posto di Tosi a inizio quinto set e Fiorenzuola che parte bene, sfruttando i troppi errori al servizio delle padrone di casa. Cattaneo e Reverberi sono decisive in questo ultimo set, con 3 punti a testa in attacco e sporcando a muro ogni attacco bergamasco. Si invola Fiorenzuola verso lo striscione dell’arrivo. 13-7. Ultime resistenze da Casazza che si aggrappa a Berera, ma sul 14-10 ci pensa Natascia Marini a mettere in terra l’ultimo attacco e scongiurare la beffa dopo una partita che Fiorenzuola meritava di vincere. 15-10

Vincere in trasferta in questo girone è sempre difficile e anche oggi il campo lo ha dimostrato. Casazza è una buona formazione che non merita l’attuale posizione in classifica in termine di valore assoluto, con  Francesca Berera tra le migliori interpreti del ruolo di opposto del Campionato. Una vittoria importante che permette alle biancorosse di avvinicare a 1 punto il terzo posto, ultimo per disputare i playoff. Peccato per le pause mentali e fisiche che sono costate terzo e quarto set, le ragazze dovranno far tesoro di questi momenti affinchè capiscano che quando è il momento di affondare i colpi, con l’avversario in difficoltà, bisogna sfoderare quel killer-instinct che caratterizza le squadre vincenti.